students’ alerts

1 settembre 2009 update
Da oggi il prof. Arcangeli va in pensione, avendo ampiamente superato i 40 anni di lavoro,  e non sarà quindi più titolare di corsi presso l’Ateneo veronese, almeno al momento. Resta a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento, contatto – ed ovviamente la normale conclusione degli esami per i corsi dell’AA 2009\10.
25 maggio 2009 update

sessione estiva di esami

per i non frequentanti che intendano sostenere l’esame di Innovazione e Trasporti, la prova in classe e’  sostituita dallo svolgimento a casa di 1 tema su circa 4 cartelle. Lo scegliete su questa rosa, valida per tutta la sessione estiva: 09_06-07_teminclasseINNOtrans

IMPORTANTE – nuovi orari di ricevimento

a) riprende il ricevimento a Verona, solo mercoledi 13 maggio h 17-19; segue subito dopo gli orari degli esami,  il 27 maggio e 9 giugno;  quindi ancora un ultimo incontro il 17 giugno h 17-19

b) a Vicenza il corso tace (è terminato oggi martedi 5, come previsto dal programma), e  RICEVO i MARTEDI  12 e 26 maggio (non il 19) alle ORE 11-30 – 15;  poi nei giorni di esame, a qualsiasi ora sino al 2 luglio.

c) segnalo infine che come già sanno molti allievi, sono non proprio sempre, ma spesso e normalm. disponibile gran parte del giorno (.. e sezioni notturne eheh 😉 sui 4 social media:

GMAIL _ mail, enc.s, chat & videochat:  enzofabioarcangeli@gmail.com

FB (facebook)_ mail, chat, wall2wall,  comments, etc.:    enzo arcangeli

SKYPE _ chat, instant doc exchange, tel & videotel:      nonno enzo

TWITTER _ telegrams, photos:  http://twitter.com/nonnoenzo

oltre, ovviam., alla usuale mail lavorativa @univr.it

sglasses2la faraona secchiona

7 aprile update

Dopo la vacanza di Pasqua, a causa del mio impegno didattico a Vicenza, sono temporaneamente sospesi i ricevimenti a Verona, sino ad avviso contrario ed alla sessione d’esami che inizia 1 mese dopo, a fine maggio

LE LEZIONI A VICENZA TACCIONO NEI GIORNI DI LUNEDI 17 E MARTEDI 18 MARZO.

Sono decollate a pieno ritmo le 2 strutture (che, in gran parte, replicano tra di loro i documenti allegati essenziali, ma poi ciascuna vivrà vita propria): vi è materiale UNICO che si trova solo lì, in part., nel 2° indirizzo seguente,  il blog SPECIFICO del corso del 2° semestre, ed ausili didattici come i link sulla colonna destra di tale blog: il “piccolo dizionario” che abbiamo estratto dalla Concise Encyclopedia of Economics ed altre fonti.  Al servizio del corso di Industriale Internazionale, e del suo Seminario Subcrime  (NELLA PRIMA 1\2 DI MAGGIO escono ancora gli ULTIMI DOC  di AGGIORN.):

– la pagina aggiuntiva qui, ma solo per il corso:  Industriale

https://enzofabioarcangeli.wordpress.com/industriale/

– il blog distinto, e co-autorato da voi secondo le modalità che vi ho spiegato per mail (gli studenti non frequentanti che non l’hanno ancora fatto, mi mandino le loro mail al più presto, altrmenti non posso istruirli su come entrare da Autori in questo blog):

http://industrialeinternazionale.ilcannocchiale.it/

da martedi 24 febbraio, per  il 2° semestre e sino al 5 maggio (allorché termina l’attività frontale del corso, lezioni e seminari), il prof. arcangeli riceve a Vicenza al termine della seconda lezione settimanale:

ogni martedi (salvo il martedi

17 marzo), ore 16.30-18.

A Verona, l’orario resterà invariato: il mercoledi ore 15-17.

Per esigenze particolari di orario, o urgenze (e.g., laureandi, studenti-lavoratori, qualsiasi motivo personale), concordare col docente un appuntamento in altro orario: via mail, o tel. 045.8028768.

Tenete presente che, per esigenze di lavoro in rete, ho sempre accesa google mail (enzofabioarcangeli@) cui potete quindi mandarmi anche messaggi  urgenti, che mi vengono subito segnalati acusticamente e visivamente (c’è anche la facility interna chat, che può essere comoda), mentre consulto solo quotidianamente l’indirizzo lavorativo @univr.it.

Nel frattempo, durante il periodo degli esami invernali:

a) a Vicenza ricevo alle ore 15-17 dei giorni di esame:  martedi 13, 20 e 27 gennaio; 10 febbraio. CI SARA’ QUINDI UNO IATO NEI RICEVIMENTI LOCALI A VICENZA (un “buco” tra il 10 d il 24 febbraio): potete venire ai ricevimenti a Verona, o contattarmi via mail per qualsiasi questione.

Poi i ricevimenti seguiranno a ruota l’orario delle lezioni di ECONOMIA INDUSTRIALE INTERNAZIONALE del 2° semestre – NEI MARTEDI, sino al  5 maggio (poi, dopo una breve pausa, isitituiremo un orario collegato alle scadenze degli esami estivi).

b) a Verona continuo a ricevere, ma con un orario ora lievemente anticipato, ogni mercoledi ore 15-17; da febbraio,  lo studio è stato  trasferito, con tutto il Dip. di Economia, dal polo Zanotto alla adiacente caserma Passalacqua – entrata laterale a destra del Palazzo di Economia, proseguire dritti per 200 m. sino alla prima palazzina intonacata sulla destra, come ora indicato da cartelli. La già mitica “PALAZZINA 32” che forse passerà alla nostra piccola Storia: se ha ragione il caro amico Paul David anche in termini di Organisation Theory (spesso ci azzecca, come vediamo nei corsi), il bouleversement della ri-localizzazione farà CARSICAMENTE emergere energie e sinergie improvvise ed  inattese, anche a beneficio degli allievi (i primi stakeholder, con i loro genitori che investono rilevanti flussi di di risparmi ed anche quote di ricchezza nel loro Capitale Intellettuale).

Un Nuovo Inizio: il primo seminario di Palazzina 32, ecc. No fear, hope.

Non so se avverrà, ma so che c’è dietro della robusta teoria, un pizzico di psicologia sociale  e qualche pezzo di storia, a tale congettura. Che è una costante del pensiero orale, non scritto di Paul, ma emerge anche nei suoi studi sulla storia delle istituzioni della Open Science come le Università (che si trovano nel suo sito, al Dept. of Economics di Stanford, dove ha sempre lavorato Ken Arrow). 

PRIMA TRACCIA DELLE LEZIONI DI ECONOMIA INDUSTRIALE INTERNAZIONALE DEL SECONDO SEMESTRE (appena messa a punto, verrà divulgata nei vari modi nel corpo del programma d’esame; questo consisterà in 4 essays bibliografici, su bibliografie  fornite dal docente, e 2 compiti in classe).


Lecturing will be in English.  Some lectures will start with a practical guide to reading today’s international press and the best economic blogs (e.g. Calculated Risk, The Economist, Financial Times, Noise from Amerika, Nouriel Roubini’s rge, Brad Setser, Wall Street Journal; economiaepolitica, il sole 24 ore, lavoce.info). Also a chance to read alternative economic schools, behind the lines of an analysis, a policy proposal.

SECTION A. GAME THEORETICAL TOOLS FOR INDUSTRIAL ECONOMICS
1 – Monday Feb. 23. Introduction. The subjects of industrial economics.
2 – Tuesday Feb. 24. Lecture  1. Elements of games theory. “Solving games”.
3 – Mon  March 1. Lecture 2. Symmetrical 2×2 games: a taxonomy.
4 – Tue March 2. Lecture 3. Symmetrical 2×2 games and elementary sociology.
5 – Mon March 9. Lecture 4. Applications to oligopoly.

SECTION B.  INTERMEDIATE LEVEL INDUSTRIAL ECONOMICS
6 – Tue March 10. Lecture 5. Economic methodology; a simple introduction to complexity. Technique of industry studies (preconditions, structure, conduct, performance).
i. Wed. 11 or Frid. 12 – MANDATORY CLASSROOM EXERCISE: Games theory, duopoly and welfare.
March 16, 17: NO LECTURE, NOR MEETING WITH STUDENTS

7 –  Mon March 23. Lecture 6.  Some “classics” in the Industrial Organisation literature: a reading guide (preparation to the 2nd classroom written essay).
8 – Tue March 24. Lecture 7.     Investing for differentiating products; Hotelling. Market structures and  infrastructures (networks). Baumol, Shapiro-Varian, Tirole (part I).
i bis. Wed. 25 or Thursd. 26 – CLASSROOM EX. on Games theory – retrial.
9 – Mon March 30. Lecture 8. Baumol, Shapiro-Varian, Tirole (part II).
Industry studies: examples. Empirics of the international dimension.

SECTION C – MICROFOUNDATIONS  OF INTERNATIONAL ECONOMICS
10 – Tue Mar 31. Lecture 9. Location theory and Alfred Weber prophecy. The location-trade duality (Ohlin and Loesch). New Economic Geography (Krugman).
ii  – Wed. 1 or Frid. 2  April.  MANDATORY CLASSROOM Essay on: Coase 1934, GB Richardson 1971, Dasgupta and Stiglitz 1980, Teece 1986 and Winter 2006.
11 – Mon April 6. Lecture 10. Introduction to Regional Growth theory (Borts and Stein, Capello, HW Richardson).
12 – Tue April 7. Lecture 11. Clio-essentials of globalisations in history.
ii bis – Wed. 8 or Thursd. 9 – CLASSROOM Essay on classics:  retrial.
13 – Mon April 20. Lecture 12. What we know about the BRICS countries. Brad Setser “follows the money” and discovers, behind Chimerica, Chieuropa (i.e.: Chinese save, we spend).

SECTION D.  WHAT DO WE KNOW  ABOUT MEAN STREET – WALL STREET RELATIONS?  KEYNESIANS VERSUS NEO-CLASSICS VERSUS NEO-AUSTRIANS

Discussing this extreme position in the theoretical spectre:

” But maybe we simply don’t have the knowledge to repair the economy from Washington. The economy is complex and the interaction between the financial sector and the real economy – between Wall Street and Main Street – is not well understood.” (Russell Roberts, http://www.boston.com/bostonglobe/editorial_opinion/oped/articles/2009/02/02/stimulus_just_digs_debt_hole_deeper/)
“In other words, if you don’t know what you’re doing, don’t do it. Hayek’s argument in two sentences.” (comment by  David Henderson, http://econlog.econlib.org/archives/2009/02/russ_roberts_on.html)

14 – Tue April 21. Lecture 13. A box of theories: Marx, Kalecki – Minsky, Cambridge Keynesians, Keynes; GCE, Friedman; Schumpeter, von Hayek.
15 – Mon April 27. Lecture 14. Facts and the over-accumulation theory: the deflationary stalemate in global financial markets (Aglietta – Berrebi, Chesnais).
16 – Tue April 28. Lecture 15. International markets and industries; institutions and policies in the  last two cycles (early 1990s – 2007).
17 – Mon May 4. Lecture 16. The burst of the housing and shadow finance joint bubble; the current social theory debate behind New Deals and no-New Deal.
18 – Tue May 5. Students’ Seminar: brief (MANDATORY) presentation of one  (1/4) of their homework bibliographical essays.

TEXTBOOKS

Aglietta, Michel and Laurent Berrebi 2007, Désordres dans le capitalisme  mondial. Paris: Odile Jacob.
Arcangeli, Enzo Fabio 2009, The Rough Handbook of International Industrial Dynamics. An oL publ., linked soon to:    http://dse.univr.it/arcangeli/ – and https://enzofabioarcangeli.wordpress.com/teachers-page/
Cabral, Luis 2002, Economia Industriale. Roma: Carocci. If you have already studied this HB in your curriculum, you just study, e.g., the last 2 Sections, not in your “laurea breve” curriculum in Vicenza.
Capello, Roberta 2004, Economia regionale.  Bologna: il Mulino.



TEECE ON DOSI:

LETTURA X LE VACANZE,

ed anche dopo

dal sito riviste  on Line della Biblioteca Frinzi, cercate con pazienza

INDUSTRIAL & CORPORATE CHANGE (L’ordine alfabetico è un pò caotico, casuale in un  intorno di I&CC), andate al no. 3 di quest’anno, uno Speciale sui PARADIGMI TECNOLOGICI con tutti articoli interessanti: uno di Dick Nelson, uno di Sidney Winter (una delle  migliori menti matematiche tra gli economisti), ed uno di rassegna storico-economica dei PAR. TEC.: un contributo collettivo di nick von tunzelmann, franco malerba et alii.

Agli allievi di M&Comunivazione interesserà ancor più, tra questi saggi, ed apre frontiere inesplorate:

Dosi’s technological paradigms and trajectories: insights for economics and management

David J. Teece

Correspondence: Institute of Management, Innovation and Organization, Haas School of Business, University of California #1930, Berkeley, CA 94720-1930, USA. e-mail: teece@haas.berkeley.edu

Dosi (1982) has provided an eclectic framework which has for some time now been one of the core concepts in innovation studies. While it has been very influential in public policy, in management it remains underexploited. Many insights remain to be teased out of the framework which can help managers make better decisions. This article reflects on the far-reaching impact of Dosi’s ideas and his role in the founding and development of Industrial and Corporate Change.


avvisi precedenti

vr_esame_economia_inn_081214 =  l’esito del compito in classe di verona

questa settimana, da lunedi 15 dic., le lezioni dei miei corsi tacciono – avendo concluso il programma.

PUBBLICO QUI  IL MIO DATABASE DI TEMI PER I COMPITI IN CLASSE: può orientarvi nello studio anche se l’avete già passato – e’ unico per innovazione verona, innovazione e trasporti vicenza: temi-in-classetutti_08-09

esito  compito in classe vicenza 4 dicembre

voto_innotrans081004

SULLA INTERNET ECONOMICS

non avevo citato nelle dispense dei 2 corsi (VR e VI)

questa voce interessante, come quasi tutte quelle della Concise Enciclopedia of Economics:

http://www.econlib.org/library/Enc/Internet.html

di Liebowitz, che contiene alla fine questa bibliografia

Further Reading

Overview

Liebowitz, Stan. Rethinking the Network Economy. New York: Amacom, 2002.

The Internet Changed Everything

Arthur, W. Brian. “Positive Feedbacks in the Economy.”Scientific American (February 1990). Also online at:http://www.santafe.edu/arthur/Papers/Papers.html.
David, Paul A. “Clio and the Economics of QWERTY.”American Economic Review 75 (May 1985): 332–337.
Petzinger, Thomas Jr. “So Long, Supply and Demand: There’s a New Economy Out There—and It Looks Nothing Like the Old One.” Wall Street Journal, January 3, 2000, P. S1.

Views on Network Effects

Katz, Michael L., and Carl Shapiro. “Network Externalities, Competition, and Compatibility.” American Economic Review 75, no. 3 (1985): 424–440.
Liebowitz, S. J., and Stephen E. Margolis. “Network Externality: An Uncommon Tragedy.” Journal of Economic Perspectives 8, no. 2 (1994): 133–150.

Evidence that Better Products Tend to Win

Golder, Peter N., and Gerard J. Tellis. Will and Vision: How Latecomers Grow to Dominate Markets. New York: McGraw-Hill, 2002.
Kirsch, David. “The Electric Car and the Burden of History: Automotive Systems Rivalry in America.” Stanford, Department of History, 1996.
Liebowitz, Stan. “Product Quality and the Economic Performance of Firms.” Report for McKinsey and Company, October 15, 1999. Available online at: http://wwwpub.utdallas.edu/~liebowit/mckinsey.pdf
Liebowitz, Stan J., and Stephen E. Margolis. Winners, Losers, and Microsoft. 2d ed. Oakland, Calif.: Independent Institute, 2001. Especially chaps. 7, 8, and 9.
VanVleck, V. N. L. “Delivering Coal by Road and Rail in Britain: The Efficiency of the ‘Silly Little Bobtailed’ Coal Wagons.” Journal of Economic History 57, no. 1 (1997): 139–160. March 1997

http://www.redtv.it/ oggi martedi 2 dic. h.18.20, da NON perdere: il libro più citato nelle ultime lezioni, TUTTI I SEGRETI E TRUCCHI DEL MARKETING IPERMODERNO:

SPAZI BIANCHI

18.20

Conduce Cinzia Leone, ospite Giuliano da Empoli

Giuliano Da Empoli che presenta il suo libro “Obama. La politica nell’era di Facebook”.

red081202daempoli-leone-81

alive blogging

Red, 2 dicembre

da empoli:

Obama e’ una specie di marlon brando (ndr: senza fallo, anzi fallo incluso l’uomo più sexy della storia del cinema e teatro contemporanei), una persona che quando entra la si sente. 1 anno fa decisi di scommetterci sino in fondo  – avendo l’impressione che  rappresentasse una svolta storica x vari aspetti – ed iniziai il lavoro per il libro

ADR: si, questa la vera vera svolta: la macchina elettorale

Nel 1828 il Presidente andrew  jackson fu il 1° a capire l’importanza delle  ferrovie; poi altre svolte storiche

– red: sempre di reti si stratta, allora le ferrovie

SVOLTA: il 6 febb. 2008, giorno dopo Super -Tuedasy (24 stati votano  assieme x le primarie): hillary ha finito i soldi

In febb., B.Ob. raccoglie: 55 mn,, di cui 20 mn via web, in automatico

Milennial: in US sono molto numerosi (alte nascite 1980s). Per loro non accade nulla, e non esiste se  non su blog, cellulare, ecc.; ma sinora era energia a perdere; hanno trovato la popstar, SUPER-NARCISO. Il programma di Obama e’ Obama (poi ha anche messo su un progamma, ma quello e’ secondario), politica narcisistica che si e’ incontrata con l’auto-biografia (blog, facebook) e narcisismo di massa

– red:  anche perche’ le popstar sono tutte nere

2004: primi 10 dischi venduti,  tutti di artisti neri; la cultura nera e’ ormai entrata nel profondo: (al massimo) nei wannaBnigga

grado violenza ghetti calato, violenza città calata di 2\3 negli ultimi10 anni

red: popstar o rockstar; ma quanto ci metterà a sgonfiarsi?

Occorre distinguere:

1. questa bolla (alemanno Obamiano, ecc.) si sgonfia alle prime decisioni, sia in US che RoWorld

2. dopodiche’ la mia sensazione e’ che non sia 1 bluff, ma 1 solido riformista

red: quanto ha contato michelle?

…avra’ ruolo anche in the white house.

Richard Florida, il suo (primo) libro mi era molto piaciuto MA …. tutto  il tormentone che ne e’ nato sulla creatività, ha fatto molto male, ha creato tantissime illusioni. Se crediano  che la creatività sia il contenuto principale del L, andiamo incontro a disillusioni inevtabili. Anche le aziende ci hanno fatto sopra molte illusioni (marciato-ndr).

redazione a cura di enzo fabio arcangeli, con tutti gli errori ed omissioni

ZE END

Di più, una esplicitazione dei temi di marketing emotivo-e-generazionale, buone bibliografie nel libro qui presentato:

– Giuliano Da Empoli (2008)  “Obama. La politica nell’era di Facebook”. Venezia: Marsilio.

– con un taglio appena più scientifico, ma divulgativo e complementare al giornalismo di MASSIMO LIVELLO di Da Empoli (l’italiano che ha scritto l’instant book che in America  non c’e’!!!), sostenedo tra l’altro al 90% le stessi tesi, più altre – diverse pagine Obama in progress,  al sito di scienze sociali http://arcapedia.wordpress.com/


α α α

BOLLETTINO DEI NAVIGANTI del 28 nov. 08112_bnea_cantieri-coreani

qui in forma di bollettino effimero, spot, una riedizione dela breaking news B2 seguente: SI FERMA IL COMMERCIO INTERNAZIONALE, STA FALLENDO LA CANTIERISTICA COREANA del gigantismo navale, se la caverà la Corea?

2008 \ 09

– CHI E’, COSA FA NELLA vita un tipico Marchionne-Manager?  La lezione riepilogativa di innovation management tenuta ieri  mercoledi 26 novembre a Verona – corso INNOVAZIONE, qui in un file ad hoc:

081126-penultima-lez-eco-inn_vr

può interessare parecchio  anche agli allievi del corso contemporaneo di Vicenza – sia nel merito, sia in quanto sarà a momenti integrata (in coda alla lezione 11), nella prossima ediz.  agg. delle loro dispense –  INNOVAZIONE E TRASPORTI; ma in questa forma di 5 pp. e’ assai più agile e leggibile di tutto il malloppo

– qui le dispense del corso di INNOVAZIONE E TRASPORTI: innotrans_blog-p1-2-v0811

B) b. news

28 novembre 2008

B2) CANTIERISTICA NAVALE IN ALTO MARE, CON DURO  IMPATTO MACRO SULLA KOREA

LEX, l’autore collettivo dei migliori pezzi del F.Times (in carta stampata, sempre sull’ultima pagina – intere generazioni di economisti applicati – proprio leggendo quelle colonne – hanno imparato a far economia vera, quella che si mette alla prova per spiegare i fatti, e non si nasconde dietro facili  modellini matematici narcisisti;  i quali,  diceva Leontiev, costituivano il 99% delle riviste economiche – adesso come vedete quella %  e’  lievemente calata).

LEX, dicevamo, interviene sulla CRISI A PRECIPIZIO – DI DIMENSIONI STORICHE  – che, come avevamo facilmente previsto nel corso a Vicenza (si ripetono i soliti cicli di filiera marittima sfasati), sta trascinando nel baratro  l’industria cantieristica globale,  concentrata in Korea: ma la nota finale di LEX accenna addirittura che la cosa – combinata col global credit crunch –  potrebbe mettere finanziariamente in ginocchio l’intero sistema-paese  S. KOREA !!!

Qui si sta facendo la storia e la geopolitica dei prossimi decenni, il cantiere SCRAP, distruttivo “Schumpeteriano” del SUBCRIME  non risparmia nessuno. In ipotesi, proprio  la Korea che con decenni di apprendimento arriva  oggi a fabbricare auto di qualità giapponese (certificato rilasciato dai CEO nipponici dell’auto)  potrebbe sballare – e magari finire in depressione cronica, essendo in condizioni strutturali micro-macro del tutto simili al Giappone di 20 anni fa? A Chindia non dispiacerebbe affatto sbarazzarsi pacificamente (senza una costosa e fastidiosa guerra) di un fortissimo concorrente, e mettere Korea nell’angolino col Giappone.

Ma queste son solo congetture, al momento. I fatti sono:

Korean shipyards

Published: November 28 2008 09:09 | Last updated: November 28 2008 19:09

Shipyards are all at sea. As vessel prices fall, buyers are reneging on orders, sacrificing deposits rather than adding to fleets at bull market prices. Meantime, huge addition of capacity – the global order book is the biggest since 1973 – suggests a fallow period to follow. Korea, whose three top builders command a global market share of 40 per cent, hoped to ride out the storm by dint of its vessel mix and superior prowess – letting newer, less experienced Chinese yards take most of the pain. But that holds less water these days. Korean shipyards too are suffering cancellations and new orders are slowing. Hyundai Heavy Industries, the number one shipbuilder, saw third quarter net profits plunge by a third. HHI’s share price is roughly one-third the level of end-2007 while Samsung Heavy’s shares have halved over the same period. Some smaller yards have downed tools, with C&Heavy Industries this week calling in the banks to stave off bankruptcy.

Worse is to come. The global order backlog stood at $557bn investment value as of the start of November, according to Clarkson Research Services.Nordea, the ship financing bank, believes maybe 30-40 per cent of these orders will fail to materialise for various reasons, including inability to secure financing. Even assuming Korea suffers proportionately less than others, the impact on the bottom line is magnified by foreign exchange contracts. These effectively lock in currency rates to ensure that when the ship is delivered, the dollars will be worth the same in won terms. A change in accounting rules last month, designed to offset the impact of the falling won, means shipbuilders can recognise valuation gains from up front. These contracts add up to some $50bn, according to the Bank of Korea, making up a sizeable chunk of the country’s external debt. If the dollars fail to come in, in other words, that creates problems for Korea as well as its shipbuilders.

ottobre 2008

B1) Un dubbio amletico: 2B OR NOT 2B CORE?

Concentrarsi solo sul core (Hamel e Prahalad), o anche non distrarsi mai ai fianchi, sui lati complementary (Teece)? Ahh, saperlo!

L’ ETERNA BATTAGLIA DEGLI STANDARD DI MANAGEMENT, TRA HARVARD E BERKELEY

NELLE DISPENSE  (anche nella ultima lezione di inn, man. citata sopra) prendiamo un  po’ in giro Prahalad (ed anche talvolta la “premiata ditta” Hamel & Prahalad) ma con affetto, rispetto ed a fini didattici, per evidenziare i contrasti di paradigmi ed i limiti di lezioni di management TROPPO UNILATERALI, quindi fuori della realtà. Preferiamo la scuola di Teece e Zysman a Berkeley, ma nessuno e’ perfetto … (come dice la miglior conclusione di film nella storia del cinema).

Business Strategy: IT does matter.

Riflessioni con C.K. Prahalad

martedì 28 Ottobre 2008 ore 15.00

organizzato dalla School of Management del Politecnico di Milano con il supporto di AccentureCap GeminiTelecom Italia.

Troppi Imprenditori e Top Manager non colgono ancora le opportunità di innovazione strategica che le tecnologie digitali (Information Technology, IT) offrono per le imprese, di qualsiasi dimensione e operanti in qualsiasi settore.

Occasione del Convegno è il confronto con C.K. Prahalad, “inventore”, insieme a G. Hamel, della teoria delle “Core Competence” e, secondo il Business Week, “the Most Influential Thinker on Business Strategy” nel 2008. Nel suo ultimo libro, “The Age of Innovation”, Prahalad dedica un capitolo – dal titolo inequivocabile “IT does matter” – al ruolo strategico svolto dall’Information Technology a supporto dell’innovazione e della competitività dell’impresa.

Obiettivo del Convegno è proprio quello di discutere su come le tecnologie digitali possano rappresentare – se ben capite e incluse nella visione strategica dell’impresa – una potente leva di innovazione – a livello di processo, prodotto, servizio, modello di business – e di creazione di vantaggi competitivi.

Il Convegno si terrà Martedì 28 Ottobre 2008 alle 15.00 presso l’Aula de Carli del Politecnico di Milano, Campus Bovisa, Via Durando 10 (facilmente raggiungibile dalla vicina fermata della metropolitana).

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione cliccando qui.

A) AVVISI AGLI STUDENTI

dispense

verona (innovazione): ECCO LA DISPENSA DEL CORSO. NB. All’inizio essa si riferisce alla modalità d’esame dell’anno scorso, quindi va aggiornata – ove confligga – col programma di quest’anno  (libri di testo e prove d’esame).

A) LEZIONI 1- 4

B) LEZIONI 5-10

c) ecco un esempio di un caso studio, sulla Synaptics dell’ing. Faggin:  touchpadbyvulcanescu. Segue la scaletta suggerita nelle dispense; si raccomanda però di non eccedere le 10 pag.

vicenza (inn. e trasp.): dispense ancora in preparazione, per pochi giorni

PROGRAMMI DEI CORSI

– ciascuno in 2 versioni, standard Word o Open Office

VERONA (anticipiamo l’inizio lezione alle 15): eco-inn_0809_v01 (.doc), eco-inn_0809_v01 (v. Open Office)

VICENZA: .doc  inno-trasprogram_080925d, versione Open Office: inno-trasprogram_080925

8 settembre

Per comunicazioni urgenti MAILTO: enzofabioarcangeli@gmail.com; fabio.arcangeli@univr.it.

A partire dal 1° ottobre 2008 questi saranno i NUOVI ORARI del docente PER IL I SEMESTRE:

VERONA

lezione eco. innovazione. aula C, mercoledi 15.15 – 17.45.

ricevo studio docente mercoledi 18.00 – 19.30.

VICENZA

lezione eco. inn. e trasporti. Aula M7, lunedi 13.30 – 16.15; giovedi 14.30 – 17.15.

ricevo aula docenti:  lunedi 16.30 -18.00,  giovedi 17.30 – 18.30.

o8\o4\24

qualche indicazione per le TESINE  di Econ.Indu.Inte (molto di più in Teacher’s page e nelle ediz. aggiornate del programma del corso, la definitiva esce questo weekend):

– oltre alle riviste di eco. reg. ed eco. ind., è utile cercare nei siti di WORKING PAPERS (WP), come dicevamo in aula: i siti specializzati nei WP economici, sono tutti elencati nel rotolo dei blog suggeriti, colonna di destra, alla voce “economic papers”. Imparate a navigare, cercare in questi siti: vi servirà sempre – vi tenete in contatto con le frontiere della ricerca economica.

20078

o8\o4\o5

è uscita una nuova pagina x gli alievi (laureandi o aspiranti tali): THEMES 4 A THESIS

esercizio-doc1-1

ecco un esercizio completo di preparazione al compito in classe di martedi (ECO. INDU. INTE.)

o8\o3\31. VIGILIA DI PESCE D’APRILE

1) non ci sarà ricevimento a Vicenza domani, martedi 1° aprile (P.S.: in effetti, non c’è stato)

2) questo non è un pesce d’aprile, essendo stato scritto il giorno prima (sarà vero? potrei mentire …)

3) ma potrebbe essere un paradosso logico: “Nessun Cretese mente, disse un cretino di Creta”. I paradosso e’ utilmente discusso, tra l’altro, in un manuale introduttivo alla logica di P.G. Odifreddi. “Oddio che freddo e’ questo qui”, disse Dio, un po’ deluso, dopo aver creato l’ateo Odifreddi.

Published on April 5, 2008 at 11:13 pm  Leave a Comment  

The URI to TrackBack this entry is: https://enzofabioarcangeli.wordpress.com/teachers-page/students-alert/trackback/

%d bloggers like this: