Caro Michele, anche quest’anno se ne andrà

Gmailo stamane, all’alba di ora ILLEGALE (l’imbecillissimo, al di sotto di ogni soglia minima Di Pietro, non coglie battute in materia; lui è un carabiniere da barzelletta … lui ci vive dentro, non ci può rider sopra dal di fuori):

Ieri Berlusca NON ha  licenziato Tremonti:
1) perché “divus julius no.2” c’ha Bossi dietro che fa scudo (“finché sono vivo non lo toccano” – letteralmente! CHE COMICA, se non fosse tragica)
2) perché, Libero stima oggi, la cosa costerebbe € 45 billions in spread.
A meno che  non tappi subito il buco con un min. più affidabile, e tra i papabili (è chiaro che pure io e te saremmo meglio) c’è solo Draghi – che sic stantibus sarebbe + coerente xò con 1 governo di centro salva-patria, benedetto da Fiat e Mediobanca, massoni e Vaticano. Cose che non stanno in terra, visto che il C-D non è affatto al collasso.
Ma intanto, con la politica di “0 tituli di spesa” di  divus Julius #2, ed il fancazzismo del governo, il ristagno affoga l’Italia – e.g., 1 indagine annuale Prometeia- Intesa SP sull’industria manifatturiera italiana uscita questa settimana dice che quest’anno (consuntivo 2008) cala  il fatturato del 21% nominale (-16% reale  – 5% prezzi alla fabbrica), nei prossimi 2 anni prevede un +1,6% reale annuo, ergo estrapolando ci vorrebbero un 11 anni a tornare a fare il fatturato 2007. Tra 2 anni avrebbero coperto il buco solo i beni di largo consumo, food ed un 3° settore che ora non ricordo, ma simile (beni necessari).
Mentre nessuno lavora (né nel governo prodi, né ora nel tremonti) sui fattori di competitività di lungo, invertire la stasi + che decennale della produttività SOLO in Italia (o quasi) in tutto l’Ocse; e prepararsi a rivedere  il bouquet delle specializzazioni nell’ int. trade, continuando la solita selezione Darwin-Schumpeteriana fisiologica – ma anche accelerandola e dando delle belle svolte (anche di concerto con la Germania che pare più solida che mai, creando reti di imprese trans-Alpi invece che distrettuali), profittando della crisi. Figurati! Con QUESTA  Università, tanto per  non far nomi!

ciao Michele!

Advertisements
Published in: on October 25, 2009 at 9:01 am  Leave a Comment  

The URI to TrackBack this entry is: https://enzofabioarcangeli.wordpress.com/2009/10/25/caro-michele-anche-questanno-se-ne-andra/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: